Alla ricerca del bandolo (di senso) di un anno ingarbugliato. È la proposta del nuovo incontro via web di INTRECCI



"2020: cosa resta di me, di te, di noi? La sfida della fine di un anno, di cui non è così facile tirare conclusioni".

È davvero un titolone quello scelto dalla Comunità locale del Movimento dei Focolari di Romano di Lombardia (Bg) per il nuovo appuntamento di INTRECCI, “contenitore culturale, artistico e spirituale, di incontro, condivisione e confronto” che mensilmente lancia impegnative e stimolanti piste di riflessione.

L'ambizione dichiarata dell'incontro di domani sera, giovedì 10 dicembre (ore 20,45 in diretta dal sito intrecci.flest.it), è quella di cercare il bandolo di senso dell'ingarbugliata matassa dell'anno che va finire, con tante voci e tanti contributi.

Tra gli altri quelli della Rete Europea Risorse Umane (RERUM), un’Associazione che ha sede a Firenze, che lega e accompagna operatori culturali, artisti e imprenditori, istituzioni ed enti; un luogo in cui convergono partner diversi che intendono dare un’etica al loro lavoro; una casa nella quale soggetti di varia natura interagiscono per il raggiungimento di obiettivi e valori comuni.