Giornata di preghiera e digiuno per la pace. A Mantova la proposta del Papa accolta anche dalla comunità Baha'j

"È molto bello ed importante che Papa Francesco abbia invitato esplicitamente i rappresentanti delle altre religioni, anche non cristiane". Lo scrive il referente della comunità Baha'j di Mantova - una religione abramitica monoteistica che sottolinea l'unità spirituale di tutta l'umanità - rispondendo alla condivisione da parte della Comunità locale del Movimento dei Focolari di quanto ascoltato nell'Angelus di domenica.



LE PAROLE DEL PAPA

"Dinanzi al tragico protrarsi di situazioni di conflitto in diverse parti del mondo - aveva detto il Papa - invito tutti i fedeli ad una speciale Giornata di preghiera e digiuno per la pace il 23 febbraio prossimo, venerdì della Prima Settimana di Quaresima.

La offriremo in particolare per le popolazioni della Repubblica Democratica del Congo e del Sud Sudan. Come in altre occasioni simili, invito anche i fratelli e le sorelle non cattolici e non cristiani ad associarsi a questa iniziativa nelle modalità che riterranno più opportune, ma tutti insieme.

Il nostro Padre celeste ascolta sempre i suoi figli che gridano a Lui nel dolore e nell’angoscia, «risana i cuori affranti e fascia le loro ferite» (Sal 147,3). Rivolgo un accorato appello perché anche noi ascoltiamo questo grido e, ciascuno nella propria coscienza, davanti a Dio, ci domandiamo: “Che cosa posso fare io per la pace?”. Sicuramente possiamo pregare; ma non solo: ognuno può dire concretamente “no” alla violenza per quanto dipende da lui o da lei. Perché le vittorie ottenute con la violenza sono false vittorie; mentre lavorare per la pace fa bene a tutti!".


APPUNTAMENTO IN PIAZZA VIRGILIANA

Questo pomeriggio, dalle 17,30 alle 18,30, tutti coloro che vorranno dare un segno anche esteriore alla giornata di preghiera per la pace si ritroveranno in Piazza Virgiliana a Mantova dando vita ad un silenzioso e corale momento di meditazione; in serata, nella sede Baha'j della città, ci sarà un incontro di riflessione e preghiera.